Mangiare vegetariano pur amando la carne

Non tutti rinunciano alla carne per amore degli animali

18/02/2023 | Di Claudio_VL | Commenti: 0

La mia esperienza riguardo alle persone vegetariane, qui in Europa e negli Stati Uniti, e' basata su parenti, colleghi ed ex colleghi, amici, soprattutto stranieri. Tutti i vegetariani europei che ho incontrato condividono un approccio sintetizzato da Phebe Buffay in "no food with a face": un vegetariano non mangia cibo che somigli alla carne, che ricordi gli animali da cui la carne proviene, o che abbia (o che abbia avuto) a che fare con la carne.

A volte i vegetariani italiani si trovano a dover insistere che loro proprio non mangiano carne, dicendo che fa loro ribrezzo o schifo.

I vegetariani europei, di solito, sono tali per motivi etici, quindi.

I ristoratori italiani assecondano quest'approccio, perlomeno quelli che gradiscono avere clienti vegetariani, cioè non tutti. Mia sorella, quando venne a trovarmi a Singapore, fu sorpresa e fece fatica a fidarsi dei ristoranti che offrivano piatti vegetariani, visto che nelle illustrazioni dei menu' somigliavano molto alla carne. Perché in Asia e' normale che i vegetariani cerchino dei piatti che assomiglino nel sapore e nella forma alla carne.

Tanti vegetariani asiatici, invece, lo sono per motivi religiosi o di salute, e non disprezzano la carne. Per esempio: mia suocera, buddista nata negli anni Trenta, seguiva una dieta comune a Taiwan: era vegetariana di mattina, cioè per la colazione e il pranzo, ma a cena mangiava tranquillamente carne. Per chi vorrebbe mangiare carne e non può perché gliela vietano il medico o i precetti della sua religione, il cibo ideale e' qualcosa che non contenga carne ma che somigli alla carne e ne abbia l'odore e il sapore. Il che spiazza i vegetariani all'europea, quelli che evitano la carne per amore degli animali, che si ritrovano con piatti a base di soia che ricordano moltissimo il maiale, per esempio. Non e' un esempio ipotetico: ho mangiato cibo vegetariano, a Hualien, che sapeva esattamente come una bistecca di maiale.

Cosa ne pensate?





Argomenti: Asia, turismo sostenibile

Commenti (0)Commenta

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Ventotto meno sette fa...


Codici consentiti